Il viaggio psicoterapeutico verso la scoperta del “divano perfetto”

SCOPRI I NOSTRI SPOT TV REALIZZATI PER UNO BRAVO

realizzazione-spot-tv-uno-bravo

Nel vasto universo simbolico della produzione video, spesso satura di contenuti spesso simili, diventa parecchio complesso un concepimento creativo, ma è invece proprio quello che è accaduto per gli spot commercial realizzati per UNOBRAVO.COM, dove si realizza un abbraccio profondo tra messaggio originale e coinvolgimento visivo.
Unobravo.com, un portale di psicologia online di nuova generazione, ha scelto di collaborare con Kortocircuito, per sviluppare due spot pubblicitari unici nel loro genere e orientati a svelare l’essenza stessa del brand: l’accessibilità e il comfort che si possono ottenere attraverso servizi di terapia psicologica online.



Creare potenti connessioni visive


Il lavoro di Kortocircuito, eseguito in maniera attenta e sensibile verso ogni più piccolo dettaglio, ha permesso di esplorare due percorsi visivi differenti, entrambi in sintonia con l’identità del brand.
Il primo video è stato sviluppato secondo un format “più tradizionale“, enfatizzando l’aspetto di praticità del servizio online di Unobravo, esaltando la familiarità di una casa come luogo terapeutico.
Il secondo video, invece, ha scardinato il confine della tradizione, per rintracciare un senso più audace, fuori dagli schemi, e fornendo un esempio di come la pubblicità possa trasformarsi in un concept fortemente originale, quando guidato da un’idea innovativa.
E proprio questo secondo video, che trova massima potenza creativa nell’originale metafora narrativa, ad aver ricevuto lo scorso Aprile il prestigioso Premio Tecnico della Pubblicità MediastarsSpecial Star Copy Strategy”. Ed è su questo video che concentreremo la nostra attenzione, seguendo il pensiero creativo lungo tutta la sua narrazione, e che presenta in maniera fortemente alternativa l’importanza di prendere decisioni corrette nel contesto della terapia. E nello spot, la metonimia per analogia si concretizza proprio in una similitudine che paragona la scelta del terapeuta ideale alla ricerca del divano più comodo, in un percorso che guida l’individuo verso la soluzione più adatta, rispondendo alla modalità di funzionamento del Brand Unobravo: utilizzando il questionario disponibile sul sito web, infatti, gli utenti possono trovare il terapeuta che meglio risponde alle proprie necessità. 


Il percorso della protagonista


La storia si sviluppa seguendo una donna intorno ai trent’anni,  che si trova sul suo divano di casa, annoiata nella sua seduta “scomoda”, proiezione del malessere esistenziale.
Accanto a lei, il suo tablet “prende vita” svelando quasi la strada, quella del percorso terapeutico, che ella può, se lo desidera, iniziare per trovare la  giusta “prospettiva” di vita, per colmare quindi  quel “bisogno di cura” necessario alla propria interiorità.
La narrazione ci guida nella “modalità d’uso” dell’app di Unobravo e osserviamo la protagonista, mentre inizia questo percorso di ricerca (indubbiamente di sollievo… comunque di risoluzione): immersa nel funzionamento dell’app, la giovane comincia a rispondere al questionario, che via via sottopone delle domande per individuare esattamente lo psicologo più adeguato alle sue necessità, che vengono via via palesate tra le opzioni proposte dall’app.
Via via che il questionario prosegue, cambia la seduta di quell’originario divano: improvvisamente, la vediamo sempre più “comoda” e a proprio agio sulle varie sedute che si alternano, mentre l’espressione disegnata sul suo volto trasferisce i suoi cambiamenti umorali con un’espressione di sorpresa e un accenno di stupore e di divertimento sul volto. Ogni risposta al questionario porta a un nuovo divano, ciascuno diverso dal precedente, simboli di quel percorso che porta verso la trasformazione e verso il comfort ideale. E così ella sperimenta diversi stadi di benessere e confort, a partire dal malessere iniziale fino a raggiungere una visibilissima sensazione di rilassatezza e tranquillità, analogia simbolica di quel suo avanzamento nel percorso terapeutico.

Il suo viaggio, accompagnato da una voice over, e che descrive il servizio offerto da Unobravo, è ritmato da un sottofondo musicale dinamico che contribuisce a creare un ambiente rilassato e risoluto. E infatti, dopo l’ultima domanda del questionario, la protagonista si ritrova finalmente sul divano che sembra essere perfetto per lei.
Il suo viso irradia una sensazione di soddisfazione e relax, quando la vediamo (ma non la sentiamo) dialogare con il suo terapeuta online tramite il tablet. Il video si conclude con la firma del brand, il logo di Unobravo e il claim “Unobravo, trova quello giusto!“.


Dalla creatività alla realtà


Il divano, altro protagonista importante della narrazione filmica di questo spot, è anche concept fondamentale del video, un oggetto legato sia alla ritualità della psicoterapia, ma dall’altro lato testimone della “ritualità domestica”, immagine di intimità e comfort. Nel video, il divano è un contenitore di senso riempito da doppie chiavi di lettura: diventa sì luogo simbolicodove si svolge la psicoterapia, ma è anche “elemento rivoluzionario”, che trasforma l’ambiente domestico, spazio spazio protetto (e protettivo) per eccellenza, in un luogo dove è possibile “connettersi” con la propria interiorità, attraverso il terapeuta, che, a sua volta, entra a far parte “della nostra quotidianità”.
Durante tutto lo svolgimento del racconto il divano affronta una trasformazione continua, quale metafora del viaggio interiore compiuto dalla protagonista, un percorso che la porta a scoprire il proprio bisogno di benessere, finalmente poi raggiunto (e svelato nella parte finale dello spot) proprio grazie all’aiuto di Unobravo.


La scelta perfetta verso la serenità


Ogni fotogramma è raccontato attraverso un’accurata regia che sapientemente amalgama le immagini con la voce narrante e la musica, creando un’atmosfera che va da un iniziale senso di disagio a un finale di serenità e benessere.
La donna, la protagonista del video, attraversa un percorso di trasformazione e accettazione di sé, guidata dalla semplicità di un’app e dal comfort del suo divano, arrivando alla fine a una rinnovata consapevolezza di sé stessa e della sua situazione, simbolizzata proprio dal sorriso che illumina il suo volto quando trova il suo “divano giusto”, quello che le permette di trovare il suo equilibrio interiore.

Alludendo all’ironia della metafora qui non si tratta quindi di un cambiamento di divano, ma di un cambiamento di prospettiva, di aprire la mente a nuove possibilità. La trasformazione del divano è un’immagine potentemente simbolica e coinvolgente, che rappresenta il cambiamento interno della protagonista, in grado di portarla finalmente a sentirsi “a suo agio”, serena e in armonia con sé stessa, perché (è risiede qui il climax dello spot) finalmente, dopo una serie di metamorfosi della seduta, trova infine quello che sembra essere la più comoda per lei. Ovvero la rappresentazione simbolica del momento in cui, attraverso Unobravo, si trova il terapeuta giusto e può iniziare quel “comodo” viaggio verso la serenità. Ma il divano non è l’unico elemento chiave nel video. Anche la tecnologia gioca un ruolo importante, rappresentando il mezzo attraverso il quale la protagonista può accedere al servizio di psicoterapia online offerto da Unobravo. L’uso del tablet, con la sua interfaccia intuitiva e facile da usare, sottolinea quanto sia semplice avviare il proprio percorso terapeutico con Unobravo, a prescindere dalla propria familiarità con la tecnologia.
Tutti gli elementi che compongono gli aspetti simbolici” di questo spot, insieme, creano un racconto assolutamente coinvolgente e convincente, in grado di trasferire sentimenti quali fiducia e voglia di affidamento, efficacia a valore per il servizio offerto da Unobravo: un servizio di psicoterapia online che risponde e si adatta alle esigenze individuali di ciascuno, offrendo supporto e comprensione nel comfort del proprio spazio personale, rendendo il sostegno terapeutico a portata di mano e confortevole proprio come la comodità del divano preferito.


Riconoscimenti e premi


L’efficacia dello spot è andata ben oltre il semplice impatto visivo e la creatività dietro la storia del “divano perfetto” ha riscontrato a tal punto il favore del suo pubblico, da spingere il brand a sfruttare lo stesso concept per altre campagne di marketing. Da un semplice spot web, si è trasformato in uno spot televisivo, acquisendo ulteriore visibilità durante l’intervallo della Champions League 2022. Ma il Il successo di questo spot non è passato inosservato neppure “tra gli addetti ai lavori” nel settore e il suo approccio unico ed emotivo è stato premiato, come abbiamo anticipato,  da Mediastars, un riconoscimento di grande prestigio nel mondo della pubblicità in Italia. Fondato nel 1996, il Mediastars è divenuto rapidamente un riconoscimento ambito per le eccellenze creative, tecniche e di progettazione nel campo della comunicazione e della pubblicità. Questo premio ricevuto per lo spot qui analizzato non è solo un attestato di merito per la casa di produzione Kortocircuito, ma è anche un segno del riconoscimento dell’impegno di Unobravo nel rendere la psicologia accessibile a tutti, oltre a rappresentare un efficace strumento di cambiamento, sfidando i tabù sulla psicoterapia e mettendo in evidenza l’importanza del benessere mentale.

Altri articoli dal Blog di Kortocircuito

Realizzazione di video shooting a Milano: tecniche e consigli
Realizzazione di video shooting a Milano: tecniche e consigli
Motion Control: l’high speed di Bolt e Phantom, il cinebot che vince sull’uomo
Motion Control: l’high speed di Bolt e Phantom, il cinebot che vince sull’uomo
Tecniche di post-produzione per spot pubblicitari a Milano
Tecniche di post-produzione per spot pubblicitari a Milano