Pubblicità TV: i 4 premi internazionali più ambiti del settore

SCOPRI I PREMI MEDIASTARS VINTI DA KORTOCIRCUITO

Anche in un’epoca dominata dai social media e dalla pubblicità pay-per-click, la televisione mantiene un posto d’onore nella sua capacità di raggiungere un vasto pubblico in modo efficace e diretto, lasciando un’impronta indelebile nei cuori e nelle menti dei consumatori.
E in considerazione proprio di questo profondo legame emotivo tra brand e consumatori, la comunicazione pubblicitaria, con i suoi spot tv, è approdata efficacemente al piccolo schermo. Non sono stati solo i telespettatori ad assegnare un plauso virtuale a questi spot, ma critici ed esperti del settore di tutto il Mondo, che hanno assegnato ambitissimi e prestigiosi premi a testimonianza della loro eccellenza creativa, della qualità del messaggio e dell’innovazione per la produzione dei video andati in onda. Tra i più ambiti premi per la pubblicità televisiva, si distinguono i Cannes Lions; i Clio Awards, i D&AD Awards e gli Effie Awards, che svolgono un ruolo cruciale incoraggiando la continua evoluzione e l’innovazione nel campo degli spot televisivi, offrendo uno spazio di visibilità importante per mostrare al mondo il talento e la creatività dei migliori prodotti.
Vediamo allora più da vicino perché è importante un riconoscimento ai migliori spot televisivi e scopriamo ciascuno di questi quattro prestigiosi premi pubblicitari



Cannes Lions: premio alla creatività senza confini


Il Cannes Lions International Festival of Creativity, conosciuto anche  come Cannes Lions, ha la sua culla nel 1954, nella notissima e suggestiva località della Costa Azzurra.
Ancora oggi sono tra i più prestigiosi ed affascinanti premi nel settore, e sono occasione per mostrare i migliori lavori pubblicitari delle agenzie di tutto il mondo: ogni anno vi partecipano migliaia di agenzie pubblicitarie, inserzionisti e creativi, che si riuniscono per assistere a questo spettacolo di eccelsa creatività, e che offrono il personale e singolo contributo per apportare punti di vista creativi e prospettive innovative al settore, grazie anche  ai tanti seminari e workshop tenuti da esperti di pubblicità e professionisti del marketing di fama mondiale a cui poter partecipare e intervenire.

Rappresenta un palcoscenico mondiale in cui le agenzie pubblicitarie possono presentare i loro lavori più innovativi e creativi, con l’opportunità di farsi notare a livello internazionale. L’evento è strutturato in diverse categorie, che comprendono i Film, l’Outdoor e i Media. Ciascuna categoria ha il suo Leone d’Oro, un premio ambito da ogni creativo del settore, mentre la Palma d’Oro viene assegnata al miglior lavoro nella categoria Film, a cui si aggiungono il Leone d’Argento e di Leone di Bronzo assegnati alle migliori campagne pubblicitarie in una varietà di categorie, da quella televisiva e digitale, alla stampa, all’affissione e molto altro ancora. Il festival oltre a premiare le campagne pubblicitari tradizionali celebra anche le campagne che utilizzano la tecnologia per migliorare l’esperienza pubblicitaria dell’utente, con un premio dedicato alle innovazioni tecnologiche il Grand Prix for Good assegnato alla migliore campagna pubblicitaria non a scopo di lucro, è un riconoscimento a quelle iniziative che puntano a fare la differenza nel mondo.

L’evento dei Leoni di Cannes è un trampolino anche per le agenzie pubblicitarie minori per mostrare i loro lavori più recenti e innovativi, fare networking con i migliori del settore, fare affari, di trovare ispirazione e di apprendere dai più grandi maestri, la sua importanza si riflette anche nel fatto che molti dei lavori premiati diventano case study, esempi di eccellenza, che servono ad educare e ispirare le future generazioni di pubblicitari. 


Clio Awards: l’eccellenza nella comunicazione visiva ed audiovisiva


In un mondo in cui la comunicazione – visiva e audiovisiva – è un elemento fondamentale del quotidiano i Clio Awards rappresentano un concorso annuale prestigioso e di eccellenza che celebra il genio, la passione e la creatività senza eguali nel settore della comunicazione. I Clio Awards rappresentano infatti un riconoscimento globale, che pone in primo piano il genio artistico e la capacità innovativa che definiscono e trasformano costantemente l’industria della pubblicità per quei creatori di contenuti che riescono a toccare le corde emotive dell’audience, a far risuonare il messaggio nel cuore e nella mente del pubblico. Nato nel 1959 a New York il premio si è evoluto diventando il barometro del talento straordinario nel campo della pubblicità e si articola in diverse categorie, che comprendono la pubblicità televisiva, la stampa, la radio, la pubblicità digitale e l’innovazione tecnologica. Il festival vede la partecipazione di un insieme internazionale di talenti, grandi e piccole agenzie o artisti indipendenti, che presentano i loro lavori. Ogni candidatura è sottoposta a un rigoroso processo di giudizio, condotto da una giuria di professionisti di fama mondiale e leader nel proprio ambito, capaci apprezzare la creatività e garantire che solo i lavori più meritevoli siano premiati. La giuria tecnica, però, non si limita a celebrare la creatività, ma premia anche l’umanità per l’impegno sociale, e onora quei lavori che usano la potenza della comunicazione visiva e audiovisiva per fare la differenza nel mondo, per apportare cambiamenti positivi e stimolare il dibattito su questioni sociali importanti. Non solo di premi si tratta! Il Clio Awards offre un’occasione per approfondire le tendenze emergenti del settore, scoprire nuovi talenti e condividere idee, essere una vetrina per tutti coloro che si dedicano alla creatività e all’innovazione: grazie ai numerosi workshop, seminari e dibattiti che fanno parte dell’evento, i partecipanti hanno l’opportunità di arricchire le proprie competenze, ampliare la propria visione e rimanere al passo con le evoluzioni dell’industria. Clio Awards sono, in ultima analisi, un tributo alla creatività senza confini e un promemoria del potere che ha la comunicazione di toccare, muovere e ispirare l’umanità.


Il D&AD e il Pencil, un simbolo di eccellenza creativa


Nel panorama internazionale della comunicazione visiva e del design, esiste un premio che spinge creativi e agenzie verso l’eccellenza per ricevere l’ambito e prestigioso riconoscimento D&AD (Design and Art Direction) e il suo altrettanto rinomato simbolo il Pencil.
Il D&AD è un’organizzazione senza scopo di lucro, fondata nel 1962 a Londra da un gruppo di designer e pubblicitari che si sono dedicati all’innalzamento degli standard nel campo della creatività e del design, diventando un punto di riferimento irrinunciabile per professionisti di tutto il mondo. Essere un vincitore del Pencil o un finalista equivale ad essere riconosciuti come parte dell’élite nel mondo della pubblicità e del design, significa che quel lavoro ha lasciato un segno, ha superato lo status quo ed ha dato un contributo significativo all’evoluzione del settore.
Il percorso verso l’ottenimento del premio passa attraverso una selezione iniziale di 25.000 opere provenienti da tutto il mondo, ogni singolo lavoro viene esaminato con attenzione meticolosa. I criteri di giudizio, per l’assegnazione di ogni singolo premio sono severi e rigorosi, grazie ad una giuria internazionale composta dai migliori esperti del settore tutti outsider nella loro rispettive aree di specializzazione, e che valuta in maniera imparziale i lavori sulla base di “semplici” canoni come creatività, innovazione, precisione e impatto mediatico. Ed è proprio questa selezione che rende il Pencil così ambito, la consapevolezza che ogni premio assegnato è il risultato di un’analisi rigorosa e imparziale di un confronto con il meglio che grandi o piccole aziende – giovani o veterane – hanno da offrire. Ogni anno l’evento del D&AD attira i nomi più influenti nel mondo della creatività, offrendo un palcoscenico globale per condividere idee, apprendere da esperti riconosciuti e celebrare l’innovazione, e  l’assegnazione del Pencil è fatta alla presenza di questi grandi nomi internazionali e proprio per questo rappresenta un onore e un grande traguardo come opportunità di crescita professionale per ogni creativo di ogni livello. Il D&AD testimonia quindi l’impegno verso la ricerca instancabile dell’eccellenza, sostenuta da un audace spirito innovativo e dalla volontà di far brillare la propria creatività in tutto il suo splendore.


Effie Awards: l’efficacia nelle campagne pubblicitarie


Il premio Effie Awards è diventato uno dei più ambiti da parte di tutti gli operatori del settore. Fondati negli Stati Uniti nel 1968, gli Effie Awards hanno raggiunto rapidamente una reputazione internazionale e oggi sono presenti in oltre 50 paesi. Questo premio rappresenta il culmine dell’eccellenza per chiunque lavori in questo settore dinamico e in continua evoluzione. Ma a differenza di altre onorificenze, l’Effie Awards non si concentra semplicemente sull’aspetto estetico o sull’innovazione della campagna, questo premio è un simbolo universale di efficacia, che celebra le campagne pubblicitarie che non solo catturano l’attenzione, ma anche raggiungono, o addirittura superano, gli obiettivi prefissati in termini di incremento di vendite, miglioramento della brand awareness, aumento del ROI e altri parametri certificabili. I giudici degli E.A. sono scelti tra i migliori professionisti del settore pubblicità, marketing e comunicazione. Durante la selezione dei finalisti e dei vincitori, il giudizio si basa su criteri quali la chiarezza degli obiettivi della campagna, l’analisi degli strumenti utilizzati per osservare gli obiettivi prefissati con i risultati ottenuti, e l’impatto della campagna sulla percezione dei consumatori e delle comunità di riferimento. Una vittoria agli E.A. rappresenta l’unione perfetta tra creatività e analisi, tra l’ideazione di un messaggio coinvolgente e di una profonda comprensione dei consumatori. È la celebrazione di una campagna che non solo parla, ma che anche ascolta, che comprende le esigenze e i desideri dei suoi destinatari e risponde in modo convincente.

In un mercato sempre più saturo di contenuti e fitto di elevati competitor, questa manifestazione offre lo spunto per avviare diverse riflessioni in termini di efficacia di un messaggio e sulla possibilità di sfruttare queste informazioni per produrre sempre maggiori miglioramenti delle performance comunicative e sulla possibilità di sperimentazione mediatica che funzionano e che aiutano anche le aziende a raggiungere gli obiettivi prefissati. In ultima analisi, gli E.A. sono molto più di un riconoscimento per un lavoro ben fatto. Sono un faro per tutti coloro che lavorano nel settore della pubblicità, un promemoria del potere di una strategia ben ponderata e dell’importanza di creare campagne che non solo siano creative, ma che effettivamente funzionino. Un Effie è un simbolo di successo, un segno che non solo è stata catturata l’attenzione del pubblico, ma che ha anche conquistato i loro cuori e le loro menti. Tra i più ambiti premi, in Italia, spicca senza dubbio Mediastars: fondato nel 1996 questo premio è divenuto rapidamente un riconoscimento ambito per le eccellenze creative, tecniche e di progettazione nel campo della comunicazione e della pubblicità. E noi di Kortocircuito nel 2023 abbiamo ricevuto questo riconoscimento di grande prestigio per due volte, come Copy Strategy Media Stars per i nostri spot di Switcho e Unobravo.



Altri articoli dal Blog di Kortocircuito

Dall’arte alla cucina: come si diventa food stylist?
Dall’arte alla cucina: come si diventa food stylist?
Il rivoluzionario packaging di Stracciatella Mia raccontato attraverso lo storytelling di Kortocircuito
Il rivoluzionario packaging di Stracciatella Mia raccontato attraverso lo storytelling di Kortocircuito
Food photography e neuroscienze: come i colori possono influenzare la percezione del gusto
Food photography e neuroscienze: come i colori possono influenzare la percezione del gusto